loading...

Oggi accogliamo tra le nostre socie una nuova fotografa, Alice Fornasaro! Siamo molto felici di averla con noi perchè sappiamo quanto questa ammissione sia importante per lei e come rappresentasse il punto di arrivo di un percorso fatto di tantissimo impegno.

Benvenuta Alice!!!

Dice del suo lavoro: ” Il processo creativo mi piace molto e veder realizzate le mie idee mi appaga tantissimo, l’importante è tenere sempre la mente aperta”.

 

Leggete qui sotto la sua intervista:

Come hai iniziato?

La fotografia mi ha sempre appassionata, ma il mio inizio credo sia stato quando avevo 17 anni, mentre frequentavo il liceo artistico ho iniziato a lavorare come assistente per una fotografa durante la settimana della moda per poi intraprendere la mia formazione all’ Istituto Italiano di Fotografia.

Terminati gli studi ho lavorato sia come assistente che come fotografa per eventi e piccoli progetti commerciali.

A gennaio del 2016 mi sono avvicinata per la prima volta a quello che poi sarebbe diventato il mio principale lavoro, la fotografa di famiglia.

Quale genere di fotografia è la tua specializzazione?

   Sono specializzata in fotografia di maternità neonati bambini e famiglie, ma in parallelo continuo a lavorare nel mondo della moda.

Quali sono le tue fonti di ispirazione?

Mi piace trovare l’ispirazione in tutto quello che vedo, non solo dalle immagini ma anche partendo da un oggetto o un abito e lasciar correre la fantasia, il processo creativo mi piace molto e veder realizzate le mie idee mi appaga tantissimo, l’importante è tenere sempre la mente aperta.

Puoi descriverci brevemente il tuo stile?

Il mio stile lo definirei armonioso e curato, adoro che tutti i dettagli siano nelle mie fotografie esattamente come me li immaginavo nella mia testa.

Cosa ami di più del tuo lavoro?

Il poter letteralmente creare e rendere tangibile qualcosa che fino poco prima potevo vedere solo io e condividerlo con qualcuno.

Quale età ti piace di più fotografare?

Mi piace fotografare tutte le età, i neonati sono sempre molto belli ma se dovessi scegliere probabilmente la mia fase preferita sono i bambini dai 6 ai 9 mesi, quando sono pieni di rotolini e fanno un sacco di sorrisi e smorfie adorabili.

La soddisfazione professionale più grande.

Ogni volta che vedo una mamma commuoversi per le mie fotografie devo ammettere, da molta soddisfazione.

Preferisci le foto a colori o in bianco e nero?

Credo che a volte il bianco e nero possa regalare un’aria più intima all’immagine, ma amo quando il tramonto tinge l’atmosfera e tutto diventa magico.

Raccontaci tre cose divertenti su di te.

Sono una pizza addicted, potrei mangiare pizza a colazione pranzo e cena per tutta la vita e non stancarmi mai.

Sto benissimo da sola ma se mi mettete in mezzo a delle persone sono una gran chiacchierona, come mi ha detto qualcuno parlerei anche con i sassi!

Non riesco a controllare la mia faccia, il che rende molto complicato mentire, anche se generalmente lo faccio solo per cortesia, ma se la mia bocca non lo dice la mia faccia lo farà, a volte penso che il botox sia l’unica soluzione!

Senza cosa non potresti mai lavorare?

Sarò smielata, ma non potrei mai lavorare senza il supporto di mia mamma, lei è davvero importante per me e mi ha sempre spinto a dare il meglio e non abbattermi mai, quindi è merito anche suo se sono arrivata dove sono ora.

 

La delusione più dura da affrontare?

Sicuramente sentir svalutare il proprio lavoro e la propria professionalità.

Quando dopo tanti sforzi, tante ore di studio e soldi investiti per dare il meglio, il tuo lavoro viene ridotto solo ad una cifra, senza comprendere cosa c’è dietro. 

Sentirsi dare dei ‘ladri’ e dei disonesti solo perché si chiede la cifra che ti possa permettere di vivere di questo è davvero avvilente e

purtroppo capita più spesso di quanto si pensi.

Perché hai scelto di diventare socia Afineb?

AFINEB è un sogno per me da anni, l’ho sempre visto come il mio punto di riferimento, da quando ho iniziato ho sempre detto ‘un giorno sarò anche io fra loro’, fra le migliori fotografe italiane, mi sono impegnata tantissimo da allora, perciò essere riuscita a realizzare questo mio sogno è stata un’emozione indescrivibile e non vedo l’ora di iniziare a vivere nuove avventure con questa famiglia di cui finalmente faccio parte.