loading...

Birmingham Newborn Photography Show raccontato da due colleghe, Aurelie Noyer e Sabrina Harm, presenti all’evento!

3 Giugno 2014

IMG_6857Durante la fine di Maggio (precisamente il 26/27/28 ) in Inghilterra si è tenuto il Birmingham Newborn Photography Show, primo evento di questo genere in Europa (e se non sbagliamo forse al mondo!) e quindi di assoluta importanza per i fotografi europei del settore.
Come location sono stati scelti i giardini botanici di Birmingham, location che ben si è sposata all’evento grazie alla sua natura rilassante e al senso di pace che trasmette grazie ai suoi sinuosi sentieri e al rigoglioso verde delle sue serre.
L’evento, del quale pubblichiamo un resconto grazie alla disponibilità di Aurelie Noyer (di Aurelie Noyer Photography) e Sabrina Harm (di Sabrina Harm Photography), si è tenuto per tre giorni con orario 9AM-5PM.
All’interno del giardino hanno trovato spazio numerosi stand espositivi, fornitori che hanno ricoperto vari aspetti del business di fotografia newborn: props di varia natura, ceste e “bowls”, casse di legno, aeroplanini, piccoli rimorchi ma anche tutus, vestitini per bimbi, occorrente per smash cake, wraps vari, coperte, tappeti e accessori per i servizi “attesa”.
Ricchi anche gli stand che si sono occupati dello studio fotografico: attrezzature, fondali, stativi e cavalletti, luci e pannelli riflettenti.
Aurelie parla di uno stand particolarmente interessante: “Olympus ha offerto dimostrazioni live gratuite per due giorni, con scatti maternità sia in esterni che in studio e scatti newborn utilizzando luci da studio; ha inoltre presentato le sue macchine fotografiche e i potenti strumenti di post produzione e di effetti in camera talmente convincenti da farmi venire quasi voglia di convertirmi!
Altri stand degni di nota, sempre secondo le nostre colleghe, sono stati quelli inerenti i fornitori di prodotti stampabili come album, fine art, cartoline, wall art innovativi e non ultimi gli stand che si sono occupati di marketing pack per fotografi professionisti.

Una parte molto importante dell’evento l’hanno ricoperta i vari workshop e corsi masterclass effettuati da vere e proprie personalità dell’universo newborn.
Tra i più importanti citati da Aurelie e Sabrina:

IMG_6760– Robin Long Photography: una dei grandi nomi Americani della fotografia neonati e persona squisita e molto disponibile. Un insight nel ritratto in luce naturale da un punto di vista alternativo, in cui non vi è la pressione di dover scattare in posa il neonato come nella ritrattistica neonati tradizionale, ma si lascia al neonato guidare l’andamento della sessione, cogliendone le espressioni e la relazione con i genitori e approfittando degli eventuali momenti in cui si addormenta per alternare alcuni scatti più tradizionali. Focus su come gestire un neonato irrequieto, storytelling, pose su beanbag e con i genitori e vari wrapping. Non si ha la possibilità di scattare per il proprio portfolio, ma si possono fare foto del backstage. Meravigliosa goodie bag alla fine con tanti props molto carini e sconti.

Emozionante conoscere la Long dal vivo (la ammiravamo da tempo entrambe), vederla lavorare ed aver avuto la fortuna di poterle parlare per un’oretta nella hall dell’hotel“.

Munchkins and Mohawks (USA): “3 ore a scattare con la fantastica Tiffany, ritratti di bambini e famiglie in esterna con luce naturale, con possibilità di scattare insieme a loro.”

Marko Nurminem | Photoshop & Lightroom: come migliorare il proprio workflow, risoluzione dei classici problemi (piedini rossi, pelle giallastra, rossori e acne neonatale, perfezionare i contrasti, luce e bilanciamento del bianco, come fare composti in Photoshop).

Gary Hill Maternity Lighting Class

Molto interessanti le conclusioni alle quali sono giunte le nostre due colleghe :

L’evento è stato ben organizzato , un successo se si considera che ad ora è l’unico evento del suo genere in Europa.
Gli stand sono stati tutti visitabili in una sola giornata, per workshop e corsi invece sono stati necessari più giorni anche se logicamente dipende da quali e quanti si vuole seguirne.
Lo show è particolarmene adatto ai neo professionisti del settore per fare acquisti di base (props e accessori) anche se a prezzi non proprio economici, avendo però l’opportunità di vedere e di toccare con mano i diversi materiali, facendosi un’idea dei prodotti disponibili soprattutto in Inghilterra.

IMG_6793
Per i professionisti con buone conoscenze di base il plus sono stati i corsi ed i workshop che essendo Masterclass erano particolarmente adatti a loro.
L’evento è stato un ottimo punto d’incontro per fotografi locali e nazionali, con buona partecipazione di professionisti dall’estero, soprattutto spagnoli, francesi, olandesi e ungheresi.
Per quanto ci riguarda, nonostante i costi elevati (volo, vitto, alloggio, workshops, acquisti di props varie) l’esperienza si è rivelata entusiasmante.
La sensazione più forte è stata certamente quella del sentirsi parte di un qualcosa ormai stabilito e riconosciuto, cosa che in Italia sta nascendo solo ora con iniziative come AFINEB. Il senso di connessione e collaborazione che si percepisce tra le colleghe inglesi deve essere d’esempio: noi nel nostro piccolo abbiamo cominciato a muoverci in questa direzione organizzando una serata tutte insieme a cena in un ristorantino Thai scambiandoci dubbi, timori, consigli e idee sul nostro mondo di fotografe, basando il tutto sulla condivisione ed uscendone sicuramente molto arricchite anche sotto il profilo umano.

Ringraziamo Aurelie e Sabrina per aver condiviso con noi la loro esperienza e vi ricordiamo che visto il successo è già stata fissata la data per il 2015 : 26/27/28 Maggio 2015 .
Stay Tuned!

Fotografie di Sabrina Harm e Aurelie Noyer