Masthead header

Benvenuta alla nuova socia Afineb Natalia Novozhilova Photography!

Siamo molto felici di dare il benvenuto ad un altra nuova socia, Natalia Novozhilova! Natalia, che lavora come Natalia Novozhilova Photography nella provincia vicentina, è arrivata alla fotografia dopo aver eseguito una laurea in storia e critica teatrale. Dopo la nascita dei suoi figli ha poi trasformato il suo amore per le arti visive in professione nel 2013. Qui sotto nell'intervista potete conoscerla meglio:

Come hai iniziato?

Sono amante della fotografia da quasi 15 anni. Prima fotografavo i paesaggi e “street”. La ritrattistica non mi interessava più di tanto. Quando sono nati i miei figli l'obiettivo della mia macchina si è spostato verso di loro. Poco dopo non mi è più bastato fotografare solo i miei bimbi. Ho cominciato a cercare altri piccoli modelli portando piano piano la mia passione verso la professione.

Quale genere di fotografia è la tua specializzazione?

Potrei definirmi una fotografa di famiglia: ritrattistica di maternità, neonati e bambini.

Quali sono le tue fonti di ispirazione?

Prima di tutto seguo altri fotografi newborn, generalmente americani e australiani come Erin Tole o Rachel Vanoven. Credo però che un buon fotografo debba avere un occhio allenato e non solo alla fotografia. Mi piace molto il cinema d'autore e un buon film può dare un nuovo stimolo.

Puoi descriverci brevemente il tuo stile?

Il mio stile è naturale. Preferisco colori neutri e pastello, uso sfondi chiari e puliti e mi piace la spontaneità delle pose. Nei ritratti metto in risalto la figura più della scenografia: voglio creare immagini piene di emozioni, in cui esaltare la persona ritratta.

Quale età ti piace di più fotografare?

Neonati. Mi emoziono ogni volta che li prendo in braccio. E poi i bimbi di 6-9 mesi. I sorrisi che regalano è il mio doping.

Cosa ami di più del tuo lavoro?

Adoro vedere le emozioni dei miei clienti mentre sfogliano i loro album.

La soddisfazione professionale più grande?

Vedere come crescono le famiglie che sono affidate a me, seguirle negli anni, rivederle in occasioni speciali come l'arrivo di un nuovo bambino.

Racconta tre cose divertenti ed inaspettate su di te.

A Mosca ho lavorato in un giornale di astrologia per più di due anni e scrivevo gli oroscopi. Ora potete immaginare cosa penso quando li sento in radio o in tv.

Sono una casinista nelle faccende domestiche. Non riesco mai a tenere in ordine la casa. Mi annoia fare le pulizie o stirare le camicie. Però nel lavoro sono molto precisa e pedante.

Sono un “pollice nero”. L'unica pianta che ho in casa è il cactus.

Racconta un aneddoto divertente del tuo lavoro.

Quando ho preso il mio primo flash ero ignorante in materia. Ho impostato il tempo di scatto 1/320 e.... quanto mi sono spaventata quando ho visto una striscia nera sotto ogni scatto! Quasi piangendo ho chiamato il servizio assistenza lamentandomi della monotorcia rotta suscitando l'ilarità del tecnico. Dopo questo caso ho studiato bene gli strumenti del lavoro con la luce artificiale.

La delusione professionale più dura da affrontare?

Non userei la parola “delusione”. Parlerei delle difficoltà che ogni tanto dobbiamo affrontare. La cosa più difficile per me è trovare le parole giuste per fare capire alle persone il valore vero del nostro lavoro.

Senza che cosa non potresti lavorare?

Senza il mio Canon EF 35 mm, è la mia lente preferita per quasi tutti tipi di foto.

Preferisci fotografie a colori o in bianco e nero?

Anche se amo molto il bianco e nero alla fine scelgo quasi sempre i colori.

Cosa suggeriresti ai fotografi che iniziano adesso la stessa professione che fai tu?

Avere tanta pazienza e costanza. Credere nelle proprie capacita e non aspettare che i risultati arrivino subito. Come ogni frutto il progetto di lavoro deve prima maturare.

Perché hai scelto di diventare socio AFINEB?

AFINEB ha riunito i migliori fotografi italiani del settore. Mi sento orgogliosa di far parte di questo gruppo e spero di poter contribuire alla crescita e promozione della fotografia newborn in Italia.

La tua e-mail non compare mai pubblicamente.